SFJAZZ Collective

Mercoledì 7 Novembre
Bologna, Unipol Auditorium, ore 21:15

SAN FRANCISCO JAZZ COLLECTIVE, “The Music of Antônio Carlos Jobim

Miguel Zenon, sax alto; David Sanchez, sax tenore; Sean Jones, tromba;
Warren Wolf, vibrafono; Edward Simon, pianoforte; Matt Brewer, contrabbasso; Obed Calvaire, batteria.

Il SFJAZZ Collective (SF sta per San Francisco) è un ottetto all star dall’organico in costante evoluzione, che raggruppa nella sua attuale line up alcuni dei più rinomati nomi del panorama jazzistico statunitense: Miguel Zenón, David Sánchez, Sean Jones, Robin Eubanks, Warren Wolf, Edward Simon, Matt Brewer e Obed Calvaire. Tra loro vige un’assoluta democrazia: sono tutti parimenti leader, solisti, compositori.

Creato nel 2004 dall’istituzione musicale californiana SFJAZZ e strettamente associato col San Francisco Jazz Festival, del quale è regolarmente ospite, il SFJAZZ Collective sin dalle sue origini è stato il punto di raccolta delle migliori idee del jazz statunitense a 360° (a dispetto dell’indicazione geografica, sono molte le forze provenienti dalla East Coast o altre latitudini). Nel corso dei suoi quasi quindici anni di attività ne hanno fatto parte nomi del calibro di Joshua Redman, Joe Lovano, Mark Turner, Nicholas Payton, Dave Douglas, Avishai Cohen, Bobby Hutcherson, Stefon Harris, Renee Rosnes, Brian Blade, Eric Harland, Jeff Ballard...

Al di là del variare dell’organico, è rimasta invece sempre stabile la mission del collettivo: creare per ogni stagione musicale un programma che affianchi composizioni originali di ognuno dei suoi membri e nuovi arrangiamenti di grandi maestri del jazz moderno. Così nel corso degli anni si sono ascoltati progetti dedicati a John Coltrane, Herbie Hancock, Thelonious Monk, Wayne Shorter, McCoy Tyner, Horace Silver, Chick Corea, Joe Henderson, Miles Davis, Ornette Coleman ma anche a Stevie Wonder e Michael Jackson (tutti rigorosamente documentati sull’etichetta discografica SFJAZZ). Dalle nuove composizioni come dalle rivisitazioni del repertorio storico emerge una visione della musica afroamericana come forma d’arte in contatto con l’attualità, viva e pulsante.

Per il 2018 il SFJAZZ Collective ha rivolto la sua attenzione ad Antônio Carlos Jobim, la cui musica sarà al centro del concerto della band al Bologna Jazz Festival. Sarà quindi un passo al di là della matrice afroamericana prevalente nei programmi dell’ottetto, verso quella musica popolare brasiliana che ha comunque enormemente influenzato anche il jazz statunitense.

 

Compra i biglietti su

 

 

Spotify

Youtube

 

 

 

Location

Indirizzo:

 

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze parti. Puoi conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
Shares