Swinging Cats

Swinging Cats

JAZZUSHI

Matteo Raggi sax tenore; Davide Brillante chitarra; Stefano Senni contrabbasso

In collaborazione con Zushi.

Sconto del 10% per i possessori dei biglietti dei concerti in abbonamento.

25 ottobre, 19:30 & 21:30
Zushi, Bologna


Fred Hersch Trio

Fred Hersch Trio

Fred Hersch, pianoforte; John Hébert, contrabbasso; Eric McPherson, batteria

Il trio di Hersch incarna nel suo massimo splendore il concetto di piano trio billevansiano. Ma il modello è anche ampiamente aggiornato: gli sviluppi armonici, le sottigliezze ritmiche e il sound del trio di Hersch denotano una spiccata individualità, pienamente contemporanea.

25 ottobre, 21:15
Unipol Auditorium, Bologna

DETTAGLI EVENTO

BIGLIETTI: vivaticket button

Sito web


Emilia-Romagna Jazz Orchestra

Emilia-Romagna Jazz Orchestra

Roberto Rossi direzione e trombone; Davide Ghidoni tromba; Diego Frabetti tromba; Simone Coppellini tromba; Giancarlo Giannini trombone; Federico Tassani trombone; Roberto Solimando trombone; Piero Odorici sax tenore; Barend Middelhoff sax tenore; Canio Coscia sax alto; Matteo Sabattini sax alto; Michele Vignali sax baritono; Marco Bovi chitarra; Stefano Senni contrabbasso; Stefano Paolini batteria

Il progetto ERJ Orchestra è sostenuto dal contributo della Regione Emilia-Romagna - “Legge Musica L.R. 2/18"

25 ottobre, ore 23:15
Camera - Jazz & Music Club, Bologna

Sito web


Pino Ninfa

Pino Ninfa "Jazz Spirit"

Mostra fotografica - Dal 26 ottobre al 17 novembre

Le fotografie di Pino Ninfa sono sempre in sintonia con la musica che viene rappresentata attraverso la tragicità pittorica della luce. Oltre alla mostra, il noto artista visivi ci arricchirà della sua presenza con un incontro condotto da Giovanni Serrazanetti dal titolo "Suoni e Visioni. Sulle tracce dell'emozione". Nell'occasione sarà presentato un libro fotografico a tiratura limitata che illustra la poesia e le emozioni dell'autore. Chi vorrà approfondire la particolare tecnica fotografica e la poetica dell'autore potrà partecipare al workshop a numero chiuso.

Organizzato da Galleria Fotografica Paoletti - Con il contributo di Olympus

Inaugurazione 26 ottobre, ore 18:00
Incontro con Giovanni Serrazanetti 27 ottobre, ore 18:00
Galleria Fotografica Paoletti, Bologna

Sito web


Dena DeRose & ERJ Orchestra

Dena DeRose & ERJ Orchestra "Tributo a Shirley Horn"

Dena DeRose pianoforte e voce; Roberto Rossi direzione e trombone; Davide Ghidoni tromba; Diego Frabetti tromba; Simone Coppellini tromba; Giancarlo Giannini trombone; Federico Tassani trombone; Roberto Solimando trombone; Piero Odorici sax tenore; Barend Middelhoff sax tenore; Canio Coscia sax alto; Matteo Sabattini sax alto; Michele Vignali sax baritono; Marco Bovi chitarra; Stefano Senni contrabbasso; Stefano Paolini batteria

Non è un risultato da poco essere considerati “la più creativa e avvincente cantante-pianista dai tempi di Shirley Horn”, ma è esattamente come Joel Siegel del Washington City Paper descrive Dena DeRose. In occasione del concerto al Torrione assisteremo alla prima assoluta del suo omaggio alla Horn: un progetto per cui la stimatissima performer e didatta statunitense ha curato gli arrangiamenti per la neonata Emilia-Romagna Jazz Orchestra.

Il progetto ERJ Orchestra è sostenuto dal contributo della Regione Emilia-Romagna - “Legge Musica L.R. 2/18".

26 ottobre, ore 21:30
Torrione Jazz Club, Ferrara

Sito web


ZZ International Quartet

ZZ International Quartet

Simone Zanchini fisarmonica; Ratko Zjaca chitarra; Martin Gjaconovski contrabbasso; Adam Nussbaum batteria

27 ottobre, ore 21:30
Cantina Bentivoglio, Bologna


David Helbock Solo

David Helbock Solo

David Helbock pianoforte

A soli 35 anni Helbock è già considerato un’icona della scena jazz europea. Completata la formazione negli States, inizia a farsi notare a capo del suo trio suonando nei più importanti festival internazionali, raccogliendo crescenti consensi di pubblico e di critica. Ha all’attivo numerosi album per l’etichetta ACT, incluso quello appena uscito in piano solo, dedicato a John Williams, che presenterà in esclusiva italiana a Ferrara. Helbock porterà, con l’irresistibile energia ritmica che lo contraddistingue, la sua arte visionaria al pubblico del Torrione grazie alla collaborazione con 7 Virtual Jazz Club del cui annuale referendum è stato vincitore dell’ultima edizione.

28 ottobre, 21:30
Torrione Jazz Club, Ferrara

Sito web


Dena DeRose Trio

Dena DeRose Trio

Dena DeRose pianoforte; Paolo Benedettini contrabbasso; Stefano Paolini batteria

Non è un piccolo risultato essere considerati come "la più creativa e avvincente cantante-pianista da Shirley Horn", ma è esattamente come Joel Siegel del Washington City Paper descrive Dena DeRose. Dena ha portato vitalità ed innovazione per le prestazioni a fianco di musicisti del calibro di Ray Brown, Clark Terry, Marian McPartland, Benny Golson, Ken Peplowski, Phil Woods, David ‘Fathead’ Newman, Rufus Reid, Mark Murphy, Slide Hampton e molti, molti altri, ha partecipato a numerosi jazz festival in tutto il mondo compresi Monterey, Kansas City Jazz e Blues, Sarasota, San Francisco, il Mar Rosso Jazz Festival in Israele e tantissimi altri.

Dena ha diversi CD come leader a suo credito, che hanno tutti ricevuto riconoscimenti importanti. Cadence Magazine le ha, infatti, dato il premio Album of the Year e Best Vocal Jazz Album sia per l’album Another World che I Can See Clearly Now.

Ha inoltre ricevuto tre candidature per il Grammy. Sorprendentemente, Dena ha trovato anche il tempo per affinare la sua abilità come educatore jazz, ed è stata membro di facoltà in alcuni prestigiosi luoghi di istruzione, compresa la New School e il Purchase College di New York e la The Hartt School of Music nel Connecticut.

29 ottobre, 21:45
Camera - Jazz & Music Club, Bologna

Sito web


Barry Harris Masterclass

Barry Harris Masterclass

Full immersion nell’universo musicale del leggendario Barry Harris. La masterclass è aperta a tutti gli interessati e prevede una quota di partecipazione. Al termine del ciclo di lezioni verrà rilasciato un attestato utile per il conseguimento di crediti formativi.

Per informazioni e prenotazioni:
jazz@cantinabentivoglio.it / 328 3580689

30 ottobre-3 novembre
Cantina Bentivoglio, Bologna

Sito web


Dena DeRose & ERJ Orchestra

Dena DeRose & ERJ Orchestra "Tributo a Shirley Horn"

Dena DeRose pianoforte e voce; Roberto Rossi direzione e trombone; Davide Ghidoni, Diego Frabetti, Simone Coppellini trombe; Giancarlo Giannini, Federico Tassani, Roberto Solimando tromboni; Piero Odorici, Barend Middelhoff, Canio Coscia, Matteo Sabattini, Michele Vignali sassofoni; Marco Bovi chitarra; Stefano Senni contrabbasso; Stefano Paolini batteria

Opening Act: JUNIOR JAZZ BAND
Cristiano Arcelli direzione

All'interno del progetto sociale "Note di Solidarietà" realizzato con il contributo dell'Assessorato alle Politiche di Welfare e Politiche Abitative della Regione Emilia-Romagna. In collaborazione con Antoniano Onlus e Cucine Popolari.

Nel 2018 il BJF, con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche di welfare della Regione Emilia-Romagna, ha realizzato l’iniziativa “Jazz, segni di libertà”, progetto che ha coordinato un gruppo di persone con riconosciuti problemi mentali, assistiti e guidati dall’artista Andrea Bruno.

Per l’edizione 2019, il BJF ospita un progetto dell’Associazione culturale Jazz Club Ferrara, con l’intento di coinvolgere i centri di aggregazione dei senza fissa dimora e delle persone con necessità primarie a Bologna. Grazie al sostegno dell’Assessorato alle Politiche di welfare della Regione Emilia-Romagna, verranno organizzati concerti in due strutture bolognesi, coinvolgendo le persone che le utilizzano come supporto per le proprie necessità.

Il 30 ottobre, alle 20.30 presso il Teatro Antoniano di Bologna, contestualmente al Premio Massimo Mutti, si terrà il concerto della pianista e cantante americana Dena DeRose, accompagnata dalla Emilia-Romagna Jazz Band diretta da Piero Odorici e Roberto Rossi. Aprirà il concerto la Junior Big Band diretta da Cristiano Arcelli.

Grazie al coordinamento di Roberto Morgantini, il 25 novembre, a partire dalle 20.00, presso le cucine popolari di Bologna, in via del Battiferro, si esibirà nel dopo cena il Flavio Boltro-Stefano Senni Duo.

In entrambi i casi ai frequentatori abituali delle mense verrà riservata una quota di posti fino al 50% della capienza, i restanti saranno attribuiti a offerta libera devoluta alle strutture ospitanti.

Con il contributo della Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna
Cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna

Mercoledì 30 ottobre, 21:00
Teatro Antoniano, Bologna

Sito web


Eloisa Atti

Eloisa Atti "Edges"

JAZZUSHI

Eloisa Atti voce e concertina; Marco Bovi chitarra; Emiliano Pintori tastiere

In collaborazione con Zushi.

Sconto del 10% per i possessori dei biglietti dei concerti in abbonamento.

31 ottobre, 19:30 & 21:30
Zushi, Bologna


Dianne Reeves

Dianne Reeves

Dianne Reeves, voce; Peter Martin, pianoforte; Romero Lubambo, chitarra; Reginald Veal, basso; Terreon Gully, batteria

Come le grandi jazz divas del passato, delle quali è una vera erede moderna, Dianne Reeves si muove con disinvoltura tra jazz e pop, trasformando ogni scelta di repertorio in una perfetta jazz song. La sua notorietà internazionale, se mai ce ne fosse stato bisogno, è stata ulteriormente amplificata dall’apparizione nel film di George Clooney Good Night, and Good Luck, la cui colonna sonora è valsa alla Reeves l’ennesima affermazione ai Grammy Awards come migliore cantante di jazz.

31 ottobre, 21:15
Teatro Duse, Bologna

DETTAGLI EVENTO

BIGLIETTI: vivaticket button


Emilia-Romagna Jazz Orchestra

Emilia-Romagna Jazz Orchestra

Roberto Rossi direzione e trombone; Davide Ghidoni tromba; Diego Frabetti tromba; Simone Coppellini tromba; Giancarlo Giannini trombone; Federico Tassani trombone; Roberto Solimando trombone; Piero Odorici sax tenore; Barend Middelhoff sax tenore; Canio Coscia sax alto; Matteo Sabattini sax alto; Michele Vignali sax baritono; Marco Bovi chitarra; Stefano Senni contrabbasso; Stefano Paolini batteria

Il progetto ERJ Orchestra è sostenuto dal contributo della Regione Emilia-Romagna - “Legge Musica L.R. 2/18"

31 ottobre, ore 23:15
Camera - Jazz & Music Club, Bologna

Sito web


Stefano Bollani & Chuco Valdés

Stefano Bollani & Chuco Valdés "Piano a Piano"

Stefano Bollani pianoforte; Chucho Valdés pianoforte

I grandi pianisti e compositori Stefano Bollani e Chucho Valdés si incontrano per suonare insieme in un progetto unico e senza precedenti che partirà dall'Italia, e farà tappa a Bologna al Teatro EuropAuditorium, e poi proseguirà con un tour in tutto il mondo.

Dopo una prima partecipazione di Valdés come ospite al programma televisivo di Bollani "L'importante è avere un piano" su Rai 1, i due artisti hanno eseguito il loro primo concerto al Gran Teatro dell'Avana nel giugno del 2018: la chimica generatasi sul palco fu da subito incredibile. L'estro musicale e la fantasia versatile di Bollani e l'energia afro-cubana e il ritmo latino di Valdés mescolati insieme creano uno spettacolo musicale di fortissimo impatto. Un "piano a piano" già definito dalla stampa latina un esempio di genialità, destrezza, un vero e proprio tuffo nella musica senza nessun tipo di limite e distinzione. Come se suonassero insieme da sempre, i due si divertono a giocare con le proprie composizioni e a improvvisare su grandi classici della musica reinventandoli, il tutto con l'obiettivo di offrire al pubblico ogni sera uno spettacolo inedito e di godersi loro stessi il concerto. Un grande momento di pura improvvisazione, come "comanda" il jazz, in cui i due musicisti compiono un incredibile viaggio da un genere a un altro, da Cuba all'Italia, toccando svariati stili.

I possessori della Bologna Jazz Card hanno diritto a uno sconto del 20% sul prezzo dei biglietti fino a esaurimento posti

Concerto organizzato da Teatro EuropAuditorium e Mauro Diazzi Srl

1° novembre, 21:00
Teatro EuropAuditorium, Bologna

 

Sito web


Barry Harris Trio

Barry Harris Trio

 

1° novembre, 22:00
Cantina Bentivoglio, Bologna


Portrait in Jazz - Jazz Insights 2019

Portrait in Jazz - Jazz Insights 2019

Dedicato a Bill Evans in occasione della donazione del pianoforte Steinway appartenuto a Marco di Marco

Un progetto di Emiliano Pintori - Guests Stefano Senni e Zeno De Rossi

2 novembre, 17:00
Museo Internazionale e Biblioteca della Musica, Bologna


Dave Douglas & Uri Caine Duo

Dave Douglas & Uri Caine Duo

Dave Douglas tromba; Uri Caine pianoforte

Dave Douglas e Uri Caine, tra i maggiori esponenti della scena jazz newyorkese, collaborano in varie formazioni da più di trent’anni. Ora hanno deciso di approfondire il loro legame artistico nell’intima formula del duo, per un concerto che si preannuncia di raffinata bellezza. La musica prevalentemente incentrata su ballads e inni sacri, è densa di sostanza, scorre tutt’altro che in superficie, tende anzi a distillare ogni episodio in una stretta relazione tra i due strumenti.

2 novembre, 21:30
Torrione Jazz Club, Ferrara


Dave Douglas & Uri Caine Duo

Dave Douglas & Uri Caine Duo

Dave Douglas tromba; Uri Caine pianoforte

Dave Douglas e Uri Caine, tra i maggiori esponenti della scena jazz newyorkese, collaborano in varie formazioni da più di trent’anni. Ora hanno deciso di approfondire il loro legame artistico nell’intima formula del duo, per un concerto che si preannuncia di raffinata bellezza. La musica prevalentemente incentrata su ballads e inni sacri, è densa di sostanza, scorre tutt’altro che in superficie, tende anzi a distillare ogni episodio in una stretta relazione tra i due strumenti.

3 novembre, 13:00
Cantina Bentivoglio, Bologna


Kokoroko

Kokoroko

Sheila Maurice Grey tromba; Cassie Kinoshi sax alto; Richie Seivewright trombone; Oscar Jerome chitarra; Yohan Kebede tastiere; Ayo Salawu batteria; Onome Edgeworth percussioni

Kokoroko è la band rivelazione del 2019, formata da 8 elementi con base a Londra e guidata dalla trombettista Sheila Maurice-Grey. Si ispirano a maestri come Fela Kuti, Ebo Taylor e Tony Allen e ai grandi suoni provenienti dall’Africa Occidentale. Il loro stile prende forma dalle loro radici Nigeriane e West Africa mescolate ai suoni urbani Londinesi.

3 novembre, 21:30
Locomotiv Club, Bologna

Sito web


Simone Graziano

Simone Graziano "Frontal"

Dan Kinzelman sassofoni; Reinier Baas chitarra; Simone Graziano pianoforte; Gabriele Evangelista contrabbasso; Stefano Tamborrino batteria

Frontal è il quintetto guidato da Simone Graziano, considerato uno dei migliori pianisti e compositori emersi recentemente nel panorama italiano. Il gruppo, completato da altrettanti talenti quali Dan Kinzelman al sax tenore, Gabriele Evangelista al contrabbasso e Stefano Tamborrino alla batteria, torna al Torrione con un plus one: il chitarrista olandese Reinier Baas, tra i più rappresentativi musicisti della nuova generazione del jazz europeo.

4 novembre, 21:30
Torrione Jazz Club, Ferrara

Sito web


Simone Graziano

Simone Graziano "Frontal"

Dan Kinzelman sassofoni; Reinier Baas chitarra; Simone Graziano pianoforte; Gabriele Evangelista contrabbasso; Stefano Tamborrino batteria

Frontal è il quintetto guidato da Simone Graziano, considerato uno dei migliori pianisti e compositori emersi recentemente nel panorama italiano. Il gruppo, completato da altrettanti talenti quali Dan Kinzelman al sax tenore, Gabriele Evangelista al contrabbasso e Stefano Tamborrino alla batteria, torna al Torrione con un plus one: il chitarrista olandese Reinier Baas, tra i più rappresentativi musicisti della nuova generazione del jazz europeo.

5 novembre, 21:30
Cantina Bentivoglio, Bologna

Sito web


Bosso Guidi & The Revolutionary Brotherhood

Bosso Guidi & The Revolutionary Brotherhood

Fabrizio Bosso tromba; Aaron Burnett sax tenore; Giovanni Guidi pianoforte; Eric Wheeler contrabbasso; Joe Dyson batteria

Musicisti dai percorsi personali e dalle predilezioni estetiche molto diverse, Fabrizio Bosso e Giovanni Guidi dimostrano come nel jazz sia comunque sempre possibile trovare punti in comune sui quali costruire qualcosa di nuovo. Ed ecco servito The Revolutionary Brotherhood, il loro nuovo lavoro discografico a capo di un quintetto che, per andare oltre i loro abituali percorsi, coinvolge tre tra i più interessanti giovani talenti emersi dall'inesauribile scena jazz newyorchese.

6 novembre, 21:30
Torrione Jazz Club, Ferrara

Sito web


Andrea Dessì Blue Quartet feat. Sherrita Duran

Andrea Dessì Blue Quartet feat. Sherrita Duran

Sherrita Duran voce; Andrea Dessì chitarra; Massimo Tagliata pianoforte; Andrea Taravelli basso elettrico; Filippo Mignatti batteria

Il quartetto di Andrea Dessì, chitarrista jazz e non solo, considerato un virtuoso e definito dalla critica “musicista di livello mondiale”, incontra la voce straordinaria di Sherrita Duran che stupisce e rapisce l’ascoltatore al punto che il critico musicale Mario Luzzatto Fegiz l’ha definita “un soprano acrobatico, una forza della natura capace di unire il bel canto alla musica black”.

7 novembre, 21:00
Cine Teatro Fanin, San Giovanni in Persiceto (BO)

Sito web


Slow Gold

Slow Gold

JAZZUSHI

Filippo Orefice sax tenore; Stefano De Bonis pianoforte; Stefano Dallaporta basso; Andrea Grillini batteria

In collaborazione con Zushi.

Sconto del 10% per i possessori dei biglietti dei concerti in abbonamento.

8 novembre, 19:30 & 21:30
Zushi, Bologna


Cross Currents Trio: Holland - Hussain - Potter

Cross Currents Trio: Holland - Hussain - Potter

Dave Holland, contrabbasso; Zakir Hussain, tabla; Chris Potter, sassofoni

Nel Cross Currents Trio si incontrano tre leggende dei rispettivi strumenti: Dave Holland è uno dei più importanti bassisti della storia del jazz, Zakir Hussain è il virtuoso indiano delle tabla che più di ogni altro si è confrontato con il jazz statunitense, Chris Potter è uno dei più apprezzati ‘stilisti’ del sax. Con loro la musica non può che scorrere incontenibile e senza confini stilistici.

8 novembre, 21:15
Unipol Auditorium, Bologna

DETTAGLI EVENTO

BIGLIETTI: vivaticket button


Canio Coscia Quartet

Canio Coscia Quartet

Canio Coscia, sax tenore; Filippo Galbiati pianoforte; Kim Baiunco contrabbasso; Dario Rossi, batteria

L’idea alla base di questo progetto è di combinare l’imprescindibile tradizione jazzistica e la sperimentazione di nuovi territori sonori attraverso la scrittura di brani originali. Nonostante sia un gruppo nato da poco, i quattro musicisti già collaboravano insieme in altri contesti: l’inizio di questo percorso insieme, quindi, è stato determinato dalla condivisione di una stessa idea di fare musica. L’obiettivo principale consiste, in prima battuta, nel dare una propria visione del repertorio tradizionale dei grandi compositori del jazz, da G. Gershwin a C. Porter, da Coltrane a Joe Henderson o Cedar Walton. Da qui si prendono le mosse per la scrittura di musica originale, ispirata irrimediabilmente a questo linguaggio musicale inesauribile ed eterno.

8 novembre, 23:15
Camera - Jazz & Music Club, Bologna

Sito web


Pino Ninfa Workshop

Pino Ninfa Workshop "Il Jazz e la città"

Il workshop svilupperà l’esigenza di raccontare una storia, grazie all’uso di immagini fotografiche. Per fare questo i concerti della rassegna Bologna Jazz insieme alle architetture della città e ai luoghi deputati a sedi espositive, saranno la cornice ideale per ambientare i musicisti che si offriranno per essere fotografati. Dando modo di sviluppare una ricerca legata al racconto grazie all’uso della macchina fotografica.

Per informazioni e prenotazioni: laura@paolettionline.it / 333 3251973

9-10 novembre
Galleria Fotografica Paoletti, Bologna

Sito web


Wizard of the Vibes - Jazz Insights 2019

Wizard of the Vibes - Jazz Insights 2019

Dedicato a Milt Jackson e ai grandi vibrafonisti

Un progetto di Emiliano Pintori - Guest Pasquale Mirra

9 novembre, 17:00
Museo Internazionale e Biblioteca della Musica, Bologna


Franco D'Andrea

Franco D'Andrea "New Things"

Franco D’Andrea pianoforte; Mirko Cisilino tromba e cornetta; Enrico Terragnoli chitarra

Il pianista Franco D’Andrea, padre nobile del jazz, classe ’41, è attivo da decenni su più fronti e in collaborazioni d’ogni sorta: da Gato Barbieri, a Max Roach, passando per il gruppo jazz-rock Perigeo e guidando un'infinità di quartetti, trii e larghi organici. Una storia che inizia negli anni ’60, proprio a Bologna, e che da allora lo porta ad affermarsi come una delle principali personalità del jazz europeo. Vincitore più volte, e in differenti categorie, del Top Jazz della rivista Musica Jazz quale miglior musicista italiano, nel 2010 è stato nominato miglior musicista europeo dall’Academie du Jazz de France. Avremo il piacere di ascoltarlo a capo del suo più recente trio, l'ultima formazione concepita da un musicista sempre alla ricerca di nuovi percorsi improvvisativi.

9 novembre, 21:30
Torrione Jazz Club, Ferrara

Sito web


Tom Kirkpatrick Quartet

Tom Kirkpatrick Quartet

Tom Kirkpatrick tromba e voce; Emiliano Pintori pianoforte; Luca Pisani contrabbasso; Alberto Chiozzi batteria

Tom Kirkpatrick è nato a Springfield, Ohio (USA) da una famiglia di musicisti. Grazie all’incoraggiamento del grande Chet Baker, Tom decide di trasferirsi a New York nel 1977 tentando la fortuna nella città più difficile per il jazz. Vince la scommessa ed ora Tom gode tutt’oggi di un’ottima reputazione essendo considerato a pieno titolo tra i più importanti musicisti di jazz. Tom ha lavorato e suonato con alcuni tra i più grandi jazzisti internazionali tra cui Chet Baker, Harold Mabern, Billy Higgins, Lou Donaldson, Charles Davis, Walter Bishop, Max Roach, George Coleman, Clifford Jordan.

9 novembre, 21:30
Camera - Jazz & Music Club, Bologna

Sito web


Bosso Guidi & The Revolutionary Brotherhood

Bosso Guidi & The Revolutionary Brotherhood

Fabrizio Bosso tromba; Aaron Burnett sax tenore; Giovanni Guidi pianoforte; Eric Wheeler contrabbasso; Joe Dyson batteria

Musicisti dai percorsi personali e dalle predilezioni estetiche molto diverse, Fabrizio Bosso e Giovanni Guidi dimostrano come nel jazz sia comunque sempre possibile trovare punti in comune sui quali costruire qualcosa di nuovo. Ed ecco servito The Revolutionary Brotherhood, il loro nuovo lavoro discografico a capo di un quintetto che, per andare oltre i loro abituali percorsi, coinvolge tre tra i più interessanti giovani talenti emersi dall'inesauribile scena jazz newyorchese.

In collaborazione con Dai De Jazz - Associazione Culturale Forlimpopoli

10 novembre, 18:00
Auditorium San Giacomo, Forlì

Sito web


Tuck & Patti

Tuck & Patti

Patti Cathcart voce; Tuck Andress chitarra

10 novembre, 22:00
Bravo Caffé, Bologna

Sito web


Tower Jazz Composers Orchestra

Tower Jazz Composers Orchestra

Alfonso Santimone direzione; Piero Bittolo Bon direzione e ance; Marta Raviglia voce; Sandro Tognazzo flauto; Mirko Cisilino, Pasquale Paterra, Gabriele Cancelli, Andrea Del Vescovo trombe; Federico Pierantoni, Filippo Vignato, Lorenzo Manfredini, Fabio De Cataldo tromboni; Gianluca Fortini, Tobia Bondesan, Filippo Orefice, Giulia Barba ance; Glauco Benedetti tuba; Luca Chiari chitarra; Federico Rubin pianoforte; Stefano Dallaporta basso; Andrea Grillini, Simone Sferruzza batteria; William Simone percussioni

Con il contributo della Regione Emilia-Romagna

11 novembre, 21:30
Torrione Jazz Club, Ferrara

Sito web


Yellowjackets

Yellowjackets

Bob Mintzer fiati; Russell Ferrante pianoforte e tastiere; Dane Alderson basso elettrico; Will Kennedy batteria

11 novembre, 22:00
Bravo Caffé, Bologna

Sito web


Diego Frabetti

Diego Frabetti "Interno 41" feat. Danny Grisset

Diego Frabetti tromba; Barend Middelhoff sax tenore; Danny Grisset pianoforte; Davide Brillante chitarra; Stefano Senni contrabbasso; Nicola Angelucci batteria

12 novembre, 21:30
Cantina Bentivoglio, Bologna

Sito web


Cory Wong

Cory Wong

Cory Wong chitarra; Phoebe Katis voce; Kevin Gastonguay tastiere; Seth Tackberry basso; Petar Janjic batteria

13 novembre, 22:00
Bravo Caffé, Bologna

Sito web


Mike Stern & Jeff Lorber Band feat. Jimmy Haslip & Dennis Chambers

Mike Stern & Jeff Lorber Band feat. Jimmy Haslip & Dennis Chambers

Mike Stern chitarra; Jeff Lorber tastiere; Jimmy Haslip basso elettrico; Dennis Chambers batteria

14 novembre, 22:00
Bravo Caffé, Bologna

Sito web


Horacio

Horacio "El Negro" Hernandez & Italuba

Amik Guerra tromba; Jorge Vera pianoforte; Daniel Martinez Izquierdo contrabbasso e basso elettrico; Horacio El Negro Hernandez batteria

Pochi percussionisti sono riusciti a contaminare in maniera tanto convincente il jazz, il rock e la musica cubana. Nato e formatosi a Cuba e trasferitosi successivamente negli States, Horacio Hernandez ha lavorato con jazzisti del calibro di Dizzie Gillespie, Gonzalo Rubalcaba e Michel Camilo, nonché con icone del rock come Carlos Santana. Nel corso degli anni ha perfezionato una peculiare tecnica percussiva che lo ha reso il batterista afro-cubano più famoso al mondo.

14 novembre, 21:30
Torrione Jazz Club, Ferrara

Sito web


Scrivere la Musica

Scrivere la Musica

Iniziativa inserita nel Progetto Didattico Massimo Mutti, ideata e coordinata dal giornalista Vanni Masala, in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti e con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna.

Con lo scopo di fornire informazioni utili sui rapporti tra musica e scrittura, il progetto si articolerà in una giornata di formazione, inserita nell’ambito del Bologna Jazz Festival.  La seduta si svolgerà il 15 novembre dalle ore 9 alle 14 nella Terza Torre della Regione Emilia-Romagna, in viale della Fiera 8 a Bologna. Una quota dei posti sarà riservata ai giornalisti accreditati attraverso la piattaforma di formazione specializzata Sigef. La giornata sarà aperta anche a studenti del conservatorio, del liceo musicale e dell’università e destinata all’ottenimento di crediti formativi.

Il convegno comprende una serie di brevi relazioni da parte di giornalisti, scrittori e studiosi della musica noti a livello nazionale e sarà così strutturato: introduzione da parte del presidente dell’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia-Romagna, Giovanni Rossi; “La critica nella musica classica e contemporanea”, a cura del musicologo e docente Giordano Montecchi; “Jazz ed editoria” a cura del musicologo e docente Stefano Zenni; “Musica in radio” a cura del conduttore di trasmissioni musicali su RadioTre Rai, Pino Saulo; “Musica in tv” a cura del giornalista e studioso Carlo Massarini; “Musica e carta stampata” a cura del giornalista e saggista Marco Molendini.

15 novembre, 09-14
Terza Torre Regione Emilia-Romagna, Bologna


Nao Sonamu Trio

Nao Sonamu Trio

JAZZUSHI

Danilo Lico voce e chitarra; Matteo Balcone basso; Federico Pierantoni trombone

In collaborazione con Zushi.

Sconto del 10% per i possessori dei biglietti dei concerti in abbonamento.

15 novembre, 19:30 & 21:30
Zushi, Bologna


Hermeto Pascoal & Grupo

Hermeto Pascoal & Grupo

Hermeto Pascoal, tastiere, fisarmonica e flauto; Jota P., sassofoni e flauti; André Marques, piano, flauto e percussioni; Itiberê Zwarg, basso elettrico e percussioni; Ajurinã Zwarg: batteria e percussioni; Fábio Pascoal, percussioni

Hermeto Pascoal è un’icona vivente della musica brasiliana: polistrumentista con un forte senso del bizzarro, votato a una musica la cui energia vitale la fa sembrare una sorta di religione animistica tradotta in suoni, con una notevole propensione al jazz.

15 novembre, 21:15
Unipol Auditorium, Bologna

DETTAGLI EVENTO

BIGLIETTI: vivaticket button

Sito web


Michael Weiss Trio

Michael Weiss Trio

Michel Weiss piano; Paolo Benedettini contrabbasso; Adam Pache, batteria

Michael Weiss è un pianista jazz e compositore newyorkese noto soprattutto per la sua quindicennale collaborazione con il grande sassofonista Johnny Griffin, ma durante la sua carriera ha avuto modo di collaborare con altri nomi illustri quali Gary Bartz, Joe Lovano, Ron Carter, David Newman, Gerry Mulligan, Randy Brecker, Tom Harrell, Wynton Marsalis. Nel 2000 è stato il vincitore del primo premio della BMI / Thelonious Monk Institute’s Composers Competition e nel 2002 ha ricevuto una commissione di composizione da Chamber Music America. Come solista e direttore d’orchestra, Weiss è stato protagonista dei programmi televisivi e radiofonici CBS News Nightwatch, Live from Lincoln Center, Jazzset, Piano Jazz e Jazz Piano Christmas Special. Oltre a esibirsi, comporre e registrare, Weiss è stato impegnato nell’educazione jazz durante la sua carriera. Weiss ha presentato un concerto tributo a New York a Horace Silver, che ha definito ”una delle sue prime e più durature influenze".

15 novembre, 23:30
Camera - Jazz & Music Club, Bologna

Sito web


Treat it Gentle - Jazz Insights 2019

Treat it Gentle - Jazz Insights 2019

Dedicato a Sidney Bechet

Un progetto di Emiliano Pintori - Guest Guglielmo Pagnozzi

16 novembre, 17:00
Museo Internazionale e Biblioteca della Musica, Bologna


Aaron Parks

Aaron Parks "Little Big"

Aaron Parks pianoforte e tastiere; Greg Tuohey chitarra; DJ Ginyard basso elettrico; Tommy Crane batteria

Dopo un decennio caratterizzato da svariate collaborazioni, esibizioni pianistiche in solo e in trio e nel gruppo collettivo James Farm, Aaron Parks torna al ruolo di compositore e leader. In continuità con l'estetica del suo celebrato esordio discografico Invisible Cinema, Parks presenta un nuovo lavoro di ricercata creatività, con seducenti melodie e soluzioni timbriche e ritmiche eccentriche, in cui convivono elettronica, afrobeat, impressionismo e rock psichedelico.

16 novembre, 21:30
Torrione Jazz Club, Ferrara

Sito web


Michael Weiss Trio

Michael Weiss Trio

Michel Weiss piano; Paolo Benedettini contrabbasso; Adam Pache, batteria

Michael Weiss è un pianista jazz e compositore newyorkese noto soprattutto per la sua quindicennale collaborazione con il grande sassofonista Johnny Griffin, ma durante la sua carriera ha avuto modo di collaborare con altri nomi illustri quali Gary Bartz, Joe Lovano, Ron Carter, David Newman, Gerry Mulligan, Randy Brecker, Tom Harrell, Wynton Marsalis. Nel 2000 è stato il vincitore del primo premio della BMI / Thelonious Monk Institute’s Composers Competition e nel 2002 ha ricevuto una commissione di composizione da Chamber Music America. Come solista e direttore d’orchestra, Weiss è stato protagonista dei programmi televisivi e radiofonici CBS News Nightwatch, Live from Lincoln Center, Jazzset, Piano Jazz e Jazz Piano Christmas Special. Oltre a esibirsi, comporre e registrare, Weiss è stato impegnato nell’educazione jazz durante la sua carriera. Weiss ha presentato un concerto tributo a New York a Horace Silver, che ha definito ”una delle sue prime e più durature influenze".

16 novembre, 21:45
Camera - Jazz & Music Club, Bologna

Sito web


Jazz In'It Orchestra feat. Giovanni Amato

Jazz In'It Orchestra feat. Giovanni Amato

Giovanni Amato solista; Cristiano Arcelli, Fabrizio Benevelli, Marco Ferri, Giovanni Contri, Michele Vignali, Vittorio Gualdi, Simone Copellini, Tiziano Bianchi, Matteo Pontegavelli, Simone Pederzoli, Enrico Pozzi, Lorenzo Manfredini, Valentino Spaggiari fiati; Luca Barbieri pianoforte; Marcello Pugliese chitarra; Stefano Senni basso; Enrico Smiderle batteria

La Jazz in’It Orchestra è la big band stabile del festival Jazz In’It di Vignola, una delle rassegne jazzistiche italiane più longeve e blasonate. L’orchestra, composta da 5 sassofoni, 4 tromboni, 4 trombe, pianoforte, chitarra contrabbasso e batteria, ha all’attivo importantissime collaborazioni sia dal vivo che in studio di registrazione tra cui ricordiamo Benny Golson, Jerry Bergonzi Michel Godard, Shawn Monteiro, Marc Ribot, Jesse Davis, Rick Margitza, Denis King, Paolo Fresu, Fabrizio Bosso, Alice Ricciardi, Massimo Morganti, Flavio Boltro, Gegè Munari e tanti altri.
L’orchestra è composta da alcuni dei migliori e affermati musicisti di jazz del panorama italiano. Il suo repertorio comprende molta musica originale scritta appositamente per questo ensemble da importanti arrangiatori come Roberto Sansuini, Stefano Nanni, Michele Corcella, oltre a brani provenienti dai repertori delle grandi orchestre di Duke Ellington, Count Basie, Thad Jones, Gordon Goodwins.

Per l’occasione, l’orchestra avrà il piacere e l’onore di condividere il palco dello Stones Cafè con il grande trombettista Giovanni Amato. Compositore di notevole spessore, ottimo arrangiatore, Giovanni Amato è un musicista dotato di uno swing eccezionale unito ad uno scorrevolissimo fraseggio boppistico. Il tocco morbido e potente, la musicalità versatile e spontanea sono le sue peculiarità.

In collaborazione con Jazz In'It Orchestra e Stones Cafè

17 novembre, 21:30
Stones Cafè, Vignola (MO)

Sito web


Pasquale Mirra

Pasquale Mirra "Moderatamente Solo"

Pasquale Mirra vibrafono, percussioni, elettronica e campane tibetane

17 novembre, 22:00
Binario69, Bologna


Rob Mazurek Quintet

Rob Mazurek Quintet

Rob Mazurek tromba; Daniele Principato chitarra; Claudio Vignali pianoforte; Giannicola Spezzigu contrabbasso; Marcello Molinari batteria

In collaborazione con Anzola Jazz Club "Hengel Gualdi"

18 novembre, 21:00
Biblioteca Civica, Anzola dell'Emilia (BO

Sito web


Helga Plankensteiner & Plankton

Helga Plankensteiner & Plankton

Helga Plankensteiner sax baritono e voce; Matthias Schriefl tromba; Gerhard Gschlössl trombone; Michael Lösch tastiere; Enrico Terragnoli, chitarra e banjo; Nelide Bandello batteria

19 novembre, 21:30
Cantina Bentivoglio, Bologna

Sito web


Eddie Gomez Quintet feat. Teo Ciavarella

Eddie Gomez Quintet feat. Teo Ciavarella

Marco Pignataro sax tenore; Renato D’Aiello sax tenore; Teo Ciavarella pianoforte; Eddie Gomez contrabbasso; Massimo Manzi batteria

20 novembre, 22:00
Bravo Caffè, Bologna

Sito web


Reed-Odorici-Douglas-Gatto

Reed-Odorici-Douglas-Gatto

Piero Odorici sassofoni; Eric Reed pianoforte; Dezron Douglas contrabbasso; Roberto Gatto batteria

La conoscenza tra Reed e Odorici nasce a New York nel 2012 attraverso il grande pianista Cedar Walton, il quale consiglia ai due di formare un gruppo trovandoli molto attinenti musicalmente. La formazione di Reed gli ha dato solide basi gospel, sulle quali ha sviluppato una profonda conoscenza dei classici del jazz, uno spiccato senso dello swing e una particolare predilezione per la musica di Thelonious Monk. Ha collaborato con vere leggende del jazz quali Wynton Marsalis, Cassandra Wilson, Dianne Reeves, Ron Carter. Si aggiungono al gruppo Dezron Douglas, uno de contrabbassisti più ambiti sulla scena jazz mondiale, e Roberto Gatto, sicuramente uno dei migliori batteristi europei. I quattro musicisti posseggono ognuno una forte personalità e uno stile inconfondibile: una miscela che non può altro che far raggiungere alti livelli artistici. Il repertorio sarà incentrato su brani originali dei componenti ma non mancheranno composizioni di C. Walton, T. Monk e celebri standards del repertorio americano.

21 novembre, 21:45
Camera - Jazz & Music Club, Bologna


Cinema Italia

Cinema Italia

Rosario Giuliani sassofoni; Luciano Biondini fisarmonica; Enzo Pietropaoli contrabbasso; Michele Rabbia batteria e percussioni

Unione dei Comuni Reno Galliera, Comune di Castel Maggiore, CondiMenti Jazz, Cantina Bentivoglio

22 novembre, 21:30
Teatro Biagi D'Antona, Castel Maggiore (BO)


Watson-Pozza Duo

Watson-Pozza Duo

Bobby Watson sax alto; Andrea Pozza pianoforte

22 novembre, 21:30
Smallet Jazz Club, Modena

Sito web


Bologna Jazz Collective

Bologna Jazz Collective

Jack Calico direzione artistica; Federico Eterno, Marco Vecchio, Canio Coscia, Gaetano Santoro, Daniele D’Alessandro ance; Roberto Solimando, Gabriele Polimeni, Andrea Giovannitti, Giuseppe Lastella ottoni; Ugo Moroni, Biagio Marino chitarra; Irene Giuliani pianoforte e voce; Daniele Marrone basso; Dario Rossi batteria

22 novembre, 22:00
Binario69, Bologna


Jazz '59 - Jazz Insights 2019

Jazz '59 - Jazz Insights 2019

Guida ai capolavori di un anno irripetibile

Un progetto di Emiliano Pintori

23 novembre, 17:00
Museo Internazionale e Biblioteca della Musica, Bologna


David Torn

David Torn "Sun of Goldfinger"

David Torn chitarra; Tim Berne sax alto; Ches Smith batteria

Sun Of Goldfinger rappresenta il grande ritorno di uno dei più rivoluzionari chitarristi della storia del jazz degli ultimi trent’anni, David Torn. Un personaggio difficile da inquadrare, per l’incessante e vulcanica vena creativa che lo conduce da sempre a realizzare, instancabilmente, nuovi progetti musicali, colonne sonore per cinema e videogames, loop e samples per software musicali. Non c’è quindi da stupirsi sulla scelta dei compagni di viaggio di Torn, i visionari Tim Berne e Ches Smith.

23 novembre, 21:30
Torrione Jazz Club, Ferrara

Sito web


Daniele Sepe Quintet

Daniele Sepe Quintet

Daniele Sepe sax alto; Tommy De Paola tastiere; Davide Costagliola basso elettrico; Paolo Forlini batteria; Antonello Iannotta percussioni

23 novembre, 22:00
Mercato Sonato, Bologna

Sito web


Omaggio a Michel Petrucciani

Omaggio a Michel Petrucciani

Nel ventennale della scomparsa di Michel Petrucciani, il Bologna Jazz Festival celebra un artista amatissimo dagli appassionati di tutto il mondo, presentando in anteprima un graphic novel dedicato al pianista e compositore francese. Il volume, intitolato "Io sono Michel Petrucciani" e realizzato dal giornalista Vanni Masala e dall'illustratrice Marilena Pasini per le Edizioni Curci, ripercorre per parole e immagini l'intensa e troppo breve vita di questo straordinario musicista.

Alla presentazione interverranno, oltre agli autori, il compositore Alexandre Petrucciani, figlio di Michel, e il trombettista Flavio Boltro, che con il pianista francese ha suonato e inciso.

24 novembre, ore 18:00
Cantina Bentivoglio, Bologna


XY Quartet

XY Quartet

Nicola Fazzini sax alto; Saverio Tasca vibrafono; Alessandro Fedrigo basso acustico; Luca Colussi batteria

24 novembre, 18:00
Stazione Astronomica, Medicina (BO)

Sito web


Boltro Senni Duo

Boltro Senni Duo

Flavio Boltro tromba; Stefano Senni contrabbasso

All'interno del progetto sociale "Note di Solidarietà" realizzato con il contributo dell'Assessorato alle Politiche di Welfare e Politiche Abitative della Regione Emilia-Romagna. In collaborazione con Antoniano Onlus e Cucine Popolari.

Nel 2018 il BJF, con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche di welfare della Regione Emilia-Romagna, ha realizzato l’iniziativa “Jazz, segni di libertà”, progetto che ha coordinato un gruppo di persone con riconosciuti problemi mentali, assistiti e guidati dall’artista Andrea Bruno.

Per l’edizione 2019, il BJF ospita un progetto dell’Associazione culturale Jazz Club Ferrara, con l’intento di coinvolgere i centri di aggregazione dei senza fissa dimora e delle persone con necessità primarie a Bologna. Grazie al sostegno dell’Assessorato alle Politiche di welfare della Regione Emilia-Romagna, verranno organizzati concerti in due strutture bolognesi, coinvolgendo le persone che le utilizzano come supporto per le proprie necessità.

Il 30 ottobre, alle 20.30 presso il Teatro Antoniano di Bologna, contestualmente al Premio Massimo Mutti, si terrà il concerto della pianista e cantante americana Dena DeRose, accompagnata dalla Emilia-Romagna Jazz Band diretta da Piero Odorici e Roberto Rossi. Aprirà il concerto la Junior Big Band diretta da Cristiano Arcelli.

Grazie al coordinamento di Roberto Morgantini, il 25 novembre, a partire dalle 20.00, presso le cucine popolari di Bologna, in via del Battiferro, si esibirà nel dopo cena il Flavio Boltro-Stefano Senni Duo.

In entrambi i casi ai frequentatori abituali delle mense verrà riservata una quota di posti fino al 50% della capienza, i restanti saranno attribuiti a offerta libera devoluta alle strutture ospitanti.

25 novembre, 20:00
Cucine Popolari, Bologna


Tolga During Trio

Tolga During Trio

JAZZUSHI

Francesco Ganassin clarinetto; Tolga During chitarra; Andrea Ruggeri batteria

In collaborazione con Zushi.

Sconto del 10% per i possessori dei biglietti dei concerti in abbonamento.

26 novembre, 19:30 & 21:30
Zushi, Bologna


Pat Metheny Trio

Pat Metheny Trio

Pat Metheny, chitarra; Darek Oleszkiewicz, contrabbasso; Jonathan Barber, batteria

Un’icona musicale come Pat Metheny torna al Bologna Jazz Festival con un trio che promette di muoversi a ‘stile libero’ nel reperorio del carismatico chitarrista. Musicista dei record (una ventina di Grammy Awards, un’incalcolabile serie di premi come ‘migliore della classe’), Pat Metheny, ha saputo costruire e mantenere nel tempo un rapporto unico col pubblico.

26 novembre, ore 21:15
Teatro EuropAuditorium, Bologna

DETTAGLI EVENTO

BIGLIETTI: vivaticket button

Sito web


Great Black Music - Jazz Insights 2019

Great Black Music - Jazz Insights 2019

Dedicato all'Art Ensemble of Chicago

Un progetto di Emiliano Pintori - Guests Tell No Lies: Nicola Guazzaloca, Edoardo Marraffa, Filippo Orefice, Luca Bernard, Andrea Grillini

30 novembre, 17:00
Museo Internazionale e Biblioteca della Musica, Bologn

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze parti. Puoi conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.