ILLUSTRATORI
per il Bologna Jazz Festival

Il Bologna Jazz Festival dal 2013 ha adottato la scelta di caratterizzare ogni immagine di edizione avvalendosi della creatività di importanti illustratori, chiamati a interpretare le immagini legate al jazz e alla rassegna con un proprio lavoro originale.

Il primo anno, l’artista individuato è stato Filippo Scòzzari, quindi con il fondamentale apporto dell’Associazione Hamelin e BilBOlbul Festival internazionale di fumetto si sono succeduti autori del calibro di Vanna Vinci, Manuele Fior, Gianluigi Toccafondo, Lorenzo Mattotti, Andrea Bruno che ha anche coordinato il progetto “Jazz, segni di libertà”, in cui un gruppo di persone con riconosciuti problemi mentali, assistito e guidato ha realizzato le illustrazioni per il BJF che sono state poi veicolate e inoltre valorizzate in due esposizioni a Bologna e Ferrara.
L’iniziativa ha registrato un crescente apprezzamento e le immagini degli illustratori sono state diffuse in centinaia di migliaia di copie su ogni mezzo: pubblicità, immagini sugli autobus, locandine e manifesti, adesivi, programmi, affissioni in mostra per le strade di Bologna grazie alla collaborazione con il festival Cheap On Board

2018 - Jazz, segni di libertà

C’è una lunga storia che lega saldamente la musica jazz al disagio mentale. Basti ricordare le drammatiche vicende psichiatriche di personaggi come Scott Joplin, Charlie Parker, Bud Powell, Thelonious Monk.

Il Bologna Jazz Festival, per il 2018 ha deciso di affidare l’immagine non solo a un singolo importante disegnatore ma anche a un gruppo di persone con problematiche psichiche e/o comportamentali, assistite e guidate dall’artista incaricato, Andrea Bruno, illustratore di primo piano che ha anche creato le immagini su sfondo rosso che hanno caratterizzato il BJF 2018. ll progetto si è tenuto con la collaborazione de “Il laboratorio multimediale”, Cooperativa sociale Bologna Integrazione Onlus a marchio Anffas in convenzione con l’Ausl di Bologna. Sono state coinvolte otto persone con disabilità psichica e intellettiva, che hanno lavorato con l’accompagnamento della musica jazz.

“Jazz, segni di libertà” è stato reso possibile anche grazie al sostegno dell’Assessorato alle Politiche di welfare della Regione Emilia-Romagna.


2018 - Andrea Bruno

Andrea Bruno è nato a Catania nel 1973.

È un fumettista e illustratore italiano. I suoi lavori sono apparsi su numerose riviste e antologie italiane e internazionali. Ha pubblicato l’albo Black Indian Ink, la raccolta di disegni Disapperarer, i volumi Brodo di niente e Sabato tregua. Nel 2000 ha ricevuto il “Premio Attilio Micheluzzi - Nuove strade” al Napoli Comicon e il premio “Lo straniero”. Nel 2007 il premio come “Miglior Autore Unico” a Lucca Comics & Games, nel 2010 il premio “Attilio Micheluzzi come Miglior Disegnatore” al Napoli Comicon. Ha esposto in diverse mostre personali e collettive in Italia e all’estero. Nel 2005 è stato tra i fondatori del gruppo Canicola, con il quale ha dato vita all’omonima rivista.

Viva e lavora a Bologna.


2017 - Lorenzo Mattotti

Lorenzo Mattotti vive e lavora a Parigi.

Esordisce alla fine degli anni 70 come autore di fumetti e nei primi anni 80 fonda con altri disegnatori il gruppo Valvoline. Nel 1984 realizza Fuochi, che, accolto come un evento nel mondo del fumetto, vincerà importanti premi internazionali. Con Incidenti, Signor Spartaco, Doctor Nefasto, L'uomo alla finestra e molti altri libri fino a Stigmate, edito in Italia da Einaudi, il lavoro di Mattotti si è evoluto secondo una costante di grande coerenza, ma nel segno eclettico di chi sceglie sempre di provarsi nel nuovo. Oggi i suoi libri sono tradotti in tutto il mondo.

Pubblica su quotidiani e riviste come The New Yorker, Le Monde, Das Magazin, Suddeutsche Zeitung, Nouvel Observateur, Corriere della Sera e La Repubblica. Per la moda, ha interpretato i modelli dei più noti stilisti sulla rivista Vanity. Per l'infanzia illustra vari libri tra cui Pinocchio ed Eugenio, che vince nel '93 il Grand Prix di Bratislava, uno dei massimi riconoscimenti nell'editoria per ragazzi. Numerose le sue esposizioni personali tra le quali l'antologica al Palazzo delle Esposizioni di Roma, al FransHals museum di Haarlem ai Musei di Porta Romana.

Tra le ultime pubblicazioni: Il rumore della brina, Jekyll & Hyde per Einaudi e Angkor - Carnet de voyage e I Manifesti di Mattotti edito da Nuages. Realizza manifesti, copertine, campagne pubblicitarie ed è suo il manifesto di Cannes 2000 e i manifesti per l'Estate Romana. Ha recentemente collaborato a Eros di Wong Kar way - Soderbergh e Antonioni curando i segmenti di presentazione di ogni episodio.


2016 - Gianluigi Toccafondo

Pittore, illustratore, cineasta, Gianluigi Toccafondo è un artista a tutto tondo, tra i più noti in Italia, innamorato dell’arte grafica, del cinema e delle rispettive ibridazioni e trasformazioni. I personaggi nei suoi disegni e nei suoi video si trasformano, si allungano, si deformano.

Attivo dal 1989, ha realizzato numerosi corti d’animazione, presentati e premiati in festival cinematografici quali Annecy, Clermont-Ferrand e Venezia. Ha creato spot pubblicitari e sigle per clienti quali Sambuca Molinari, Rai e Fandango, è stato aiuto-regista nel film Gomorra di Matteo Garrone e autore dei titoli di testa per il Robin Hood di Ridley Scott. Ha lavorato come illustratore per numerose case editrici (Einaudi, Feltrinelli, Mondadori, Fandango, Logos, Corraini) e ha collaborato con riviste come Linea d’ombraLo Straniero e Abitare.


2015 - Vanna Vinci

Vanna Vinci è nata a Cagliari nel 1964. Lavora nel mondo del fumetto dal 1990. Da allora ha pubblicato le sue storie a fumetti per Bao Publishing, Dargaud, Rizzoli Lizard, Hachette, Planeta, Kappa Edizioni, Kodansha. I suoi libri sono stati pubblicati in Italia, Francia, Spagna. Lavora anche come illustratrice per ragazzi. Ha vinto lo Yellow Kid come miglior disegnatore di fumetti nel 1999, il Gran Guinigi nel 2005. Nel 2001, il suo libro L’età salvaggia ha vinto il premio Romics come miglior opera di scuola europea.

Vive e lavora tra Milano e Bologna.

La bambina filosofica è il suo personaggio più ribelle e sulfureo.


2015 - Chiara Sgarbi

Chiara Sgarbi vive e lavora a Ferrara.

Ha fatto la restauratrice per quasi vent’anni, da una dozzina scrive e illustra libri per ragazzi, si occupa di pedagogia e didattica dell’arte e museale, ha diretto per dieci anni il dipartimento didattico di un museo d’arte moderna e contemporanea e gestisce, con l’associazione “Rrose Sélavy”, una piccola sala espositiva in centro storico a Ferrara. Lavora soprattutto con la tecnica del collage, componendo immagini ritagliate da libri e giornali vecchi e antichi.


2014 - Manuele Fior

Manuele Fior è nato a Cesena nel 1975.
Dopo la laurea in Architettura a Venezia nel 2000, si trasferisce a Berlino, dove lavora fino al 2005 come fumettista, illustratore e architetto. Nel 1994 vince il primo premio alla “Bienal do Juvenes Criadores do Mediteraneo” di Lisbona – settore fumetto. La collaborazione con l’editore tedesco Avant-Verlag comincia nel 2001 con rivista Plaque. Da allora inaugura una fitta produzione di storie corte a fumetti scritte dal fratello Daniele, apparse su Black, Bile Noire, Stripburger, Forresten, Osmosa.
Ha pubblicato le graphic novel L’Intervista, Cinquemila Chilometri Al Secondo, La Signorina Else – tratta dal romanzo di A. Schnitzler, Rosso Oltremare, Les Gens le Dimanche. Collabora con le sue illustrazioni per The New Yorker, Le Monde, Vanity Fair, Feltrinelli, Einaudi, La Repubblica, Il Sole 24 Ore, Edizioni EL, Fabbri, Internazionale, Il Manifesto, Rolling Stone Magazine, Les Inrocks, Nathan, Bayard, Far East Festival.
Manuele vive a Parigi.

2013 - Filippo Scozzari

Filippo Scozzari è un fumettista, scrittore e illustratore bolognese.

Inizia a pubblicare storie a fumetti a metà degli anni 70 sulle riviste Re Nudo e Il Mago (sulla quale, agli inizi della propria carriera, fu costretto a firmarsi con lo pseudonimo di Winslow Leech). Per un breve periodo conduce una serie di trasmissioni per la famosa Radio Alice di Bologna. Nel 1977 partecipa alla creazione della rivista Cannibale assieme ad altri grandi del fumetto: Andrea Pazienza, Tanino Liberatore, Stefano Tamburini e Massimo Mattioli. 

Dal 1978 le sue vignette sono pubblicate sul settimanale satirico romano Il Male, di cui diviene in fretta una delle principali matite. Nel 1980 fonda il mensile Frigidaire con il medesimo gruppo di autori e Vincenzo Sparagna. Nel 1996 pubblica il libro autobiografico Prima Pagare Poi Ricordare. Nel 1999 pubblica l'antologia di illustrazioni Figate e scrive per Mondadori/Strade Blu L'Isterico a Metano, romanzo di formazione. Nel 2008 pubblica il diario-manuale-breviario Memorie dell'Arte Bimba, nel 2010 escono in antologia i venticinque racconti di Filippo Scozzari e l'Insonnia Occidentale. Del 2012 è Suor Dentona l'Integrale, raccolta completa delle gesta di Suor Dentona, l'indomita Santa che manda Giù e Su, mentre nel 2017 la Fandango Libri pubblica una nuova edizione di Prima pagare poi ricordare, nella quale vengono riuniti nell'ordine Memorie dell'Arte Bimba e Prima pagare poi ricordare.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze parti. Puoi conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.